Vene varicose nelle gambe, sintomi e trattamento

Che cos'è? Le vene varicose sono una malattia in cui le vene sono colpite e assottigliate. La principale caratteristica distintiva è la formazione di "nodi" nei vasi del collegamento venoso.

Nel tempo si riempiono di coaguli di sangue, che rappresentano un serio pericolo per l'uomo. In alcuni casi, le vene varicose possono essere accompagnate da infiammazione della parete vascolare.

I motivi principali: fattori e rischi

perché si verificano le vene varicose

Le cause delle vene varicose non sono state definitivamente specificate e concretizzate dalla scienza medica. Tuttavia, ci sono fattori predisponenti noti in modo affidabile che possono aumentare significativamente la probabilità di sviluppare questa patologia:

  • mancanza di mobilità;
  • fumare e bere;
  • iperglicemia;
  • aterosclerosi;
  • background genetico;
  • sovrappeso.

Tra i fattori predisponenti spicca l'inattività, soprattutto nell'arco della giornata, come causa primaria che porta alle vene varicose. Questo fattore è più significativo per le persone con lavori sedentari: autisti, cassieri, funzionari governativi e tecnici informatici. L'elenco potrebbe continuare all'infinito, poiché è aumentata la quota di persone impegnate professionalmente nel lavoro sedentario.

L'alcol e il fumo di tabacco portano ad un aumento del diametro dei vasi venosi, creando i presupposti per lo sviluppo delle vene varicose nelle gambe. Le cause della malattia risiedono anche nel background genetico di una persona.

Questo fattore, a differenza di altri, non è modificabile e i pazienti non possono influenzarlo. Secondo le statistiche, molte persone hanno una predisposizione genetica alle vene varicose.

Pertanto, hanno bisogno di una cura particolarmente attenta del loro corpo, prestando molta attenzione ai fattori modificabili. I pazienti con una storia genetica di vene varicose dovrebbero assolutamente smettere di fumare, alcol e uno stile di vita sedentario.

Un eccesso di zucchero nel sangue, non metabolizzato dal fegato in glicogeno, può danneggiare ulteriormente le vene e le arterie. I pazienti con diabete mellito sono a rischio di vene varicose.

I depositi di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni hanno un effetto simile. È particolarmente pronunciato nelle vene profonde, poiché quelle superficiali sono meno suscettibili all'aterosclerosi. Quest'ultima condizione è facilitata da una dieta irrazionale e squilibrata, con predominanza di grassi animali e carenza di fibre vegetali.

Le cause delle vene varicose diventano particolarmente significative in caso di sovrappeso, aumentando il carico sul cuore. Porta ad un rallentamento della circolazione sanguigna, soprattutto agli arti inferiori. Inoltre, l'obesità è accompagnata da un aumento della pressione intra-addominale e questo è lo sfondo per lo sviluppo di processi stagnanti nei vasi venosi.

Sintomi delle vene varicose nelle gambe

segni e sintomi delle vene varicose

I primi segni di vene varicose possono essere visti verso la fine della giornata - si manifestano con gonfiore delle gambe, che di solito è preceduto da un periodo prolungato in piedi o camminando. Di norma, dopo una notte di sonno, il gonfiore scompare completamente. Tuttavia, nelle fasi avanzate, diventa persistente e persiste, indipendentemente dall'ora del giorno.

La presenza di sindrome edematosa localizzata su gambe e caviglie può essere controllata indipendentemente. Per questo, la circonferenza viene misurata a livello dell'articolazione della caviglia due volte al giorno:

  • dopo il risveglio
  • prima di andare a dormire.

Se le differenze sono di 1 cm o più, ciò conferma i disturbi esistenti del deflusso venoso e tali persone devono consultare un flebologo. Nelle fasi iniziali della malattia, questi sintomi scompaiono rapidamente dopo che la persona è rimasta in posizione orizzontale per diverse ore.

L'inizio della progressione delle vene varicose è caratterizzato dalla comparsa di nodi che sporgono sopra la superficie della pelle. Possono essere singoli o multipli. Molto spesso, vengono rilevati dalla superficie interna delle gambe e delle cosce.

Stare in piedi o camminare a lungo, così come stare seduti per lungo tempo, porta a nuovi sintomi di vene varicose alle gambe:

  • pienezza, soprattutto nei vitelli;
  • sensazione di pesantezza alle gambe;
  • la loro rapida stanchezza;
  • dolore acuto o doloroso, più pronunciato nelle aree delle vene varicose;
  • crampi che si sviluppano nei muscoli del polpaccio, soprattutto la sera e anche durante il sonno.

La comparsa di contrazioni convulsive è associata a disturbi metabolici. Il prerequisito per questo è lo sviluppo della stasi venosa. Sullo sfondo, i tessuti sperimentano uno stato di ipossia, che porta ad una maggiore prontezza convulsiva muscolare.

Pertanto, se una persona ha convulsioni, l'ecografia Doppler è decisamente indicata. Con il suo aiuto, viene valutato lo stato del collegamento venoso nel corpo, poiché le vene varicose nelle fasi iniziali possono essere asintomatiche.

Sintomi clinici delle vene varicose, foto

sintomi clinici delle vene varicose

I sintomi clinici delle vene varicose delle gambe aiutano a suggerire questa diagnosi. Pertanto, li riassumiamo:

  • dolore alle gambe quando si cammina;
  • sensazioni dolorose rilevate dalla palpazione delle vene infiammate;
  • dolori generali agli arti inferiori;
  • crampi muscolari serali e notturni;
  • sensazione di una sensazione di pesantezza e pienezza agli arti inferiori, specialmente nella zona della caviglia;
  • Vene convolute visivamente definite con vene varicose - si alzano sopra il livello della pelle (questo sintomo è determinato solo con una forma superficiale della malattia, con vene profonde non è possibile identificare questo sintomo);
  • gonfiore delle gambe (con le vene varicose diminuiscono in posizione orizzontale, a differenza di altre malattie).

Trattamento delle vene varicose

Il trattamento delle vene varicose nelle gambe deve essere effettuato in modo completo, inclusi metodi non farmacologici e correzione farmacologica. Quando sorgono le indicazioni, viene eseguito l'intervento chirurgico. Questi sono i principi generali per aiutare i pazienti con vene varicose.

Dai metodi non farmacologici, si consiglia di indossare collant, bende o calze elastiche speciali per questa malattia. Creano la compressione necessaria per mantenere le vene in buona forma. Il sangue scorre più facilmente al cuore e la congestione venosa viene eliminata. In tali condizioni, la parete vascolare non può espandersi con la successiva formazione di nodi.

L'attività fisica svolge un ruolo curativo e preventivo significativo, che aiuta a prevenire la progressione della malattia:

come trattare le vene varicose
  • camminare a passo veloce;
  • ginnastica;
  • varie attività in acqua;
  • nuotare.

Tuttavia, non tutti gli esercizi fisici possono essere raccomandati per le vene varicose. I pazienti con questa diagnosi dovrebbero escludere esercizi sportivi con un carico pesante sulle gambe:

  • sollevamento pesi;
  • tennis;
  • salta.

La fase successiva del trattamento è la correzione farmacologica. La scelta del farmaco viene effettuata dal medico. I farmaci prescritti sono divisi in diversi gruppi:

  1. Regolatori del tono venoso - farmaci venotonici.
  2. Farmaci che aiutano a prevenire pericolosi coaguli di sangue.
  3. Anticoagulanti, compresi gli unguenti a base di essi.

Trattamento chirurgico delle vene varicose

In caso di inefficacia della terapia farmacologica, è indicato il trattamento chirurgico. Consiste nella rimozione di vene patologicamente alterate o nell'introduzione di soluzioni che permettano di incollare tra loro le pareti di un vaso varicoso (scleroterapia).

Il trattamento chirurgico della malattia è caratterizzato da un'elevata efficienza. Tuttavia, non dovresti dimenticare il rischio operativo. Ad esempio, le persone obese hanno un tasso più elevato rispetto alle persone magre. Anche la durata dell'operazione gioca un ruolo importante nel determinare il rischio operativo: più breve è l'operazione, minori sono le possibilità di formazione di trombi. Pertanto, è molto importante scegliere un chirurgo altamente qualificato che rimuova le vene in modo rapido e abile.

La moderna flebologia ha vari metodi di chirurgia per le vene varicose. La scelta a favore dell'uno o dell'altro è determinata da uno specifico caso clinico. In questo caso, il medico deve tenere conto dei seguenti fattori:

metodi di trattamento delle vene varicose
  • ci sono complicazioni della malattia;
  • quali sono le malattie concomitanti;
  • qual è il grado di rischio operativo per il paziente;
  • quanto è probabile una ricaduta e così via.

Le tecniche più comuni sono:

  1. Flebectomia- intervento chirurgico per le gambe varicose, che comporta la rimozione di vene patologicamente alterate. Questo intervento è stato eseguito per la prima volta all'alba del XX secolo. È abbastanza efficace e viene ancora utilizzato, ma con alcuni miglioramenti. L'ambulatorio di oggi esegue la flebectomia secondo varie modifiche, a seconda dell'autore che ha apportato la modifica. Questo intervento chirurgico può essere eseguito sia su vasi grandi che su quelli superficiali di piccolo diametro. Per rimuovere la vena, viene praticata una piccola incisione nella pelle e il vaso interessato viene rimosso attraverso di essa attraverso una sonda.
  2. Tecniche minimamente invasive- implicano la coagulazione con corrente elettrica o l'uso di congelamento con azoto liquido. Recentemente, la terapia laser è stata ampiamente utilizzata. Ha meno effetti collaterali, è più efficace ed è tecnicamente più semplice. Il suo principale svantaggio è il suo costo elevato.

Rimedi popolari per il trattamento delle vene varicose

A casa, i rimedi popolari sono usati per alleviare i sintomi e curare le vene varicose nelle gambe, migliorano l'effetto della terapia farmacologica prescritta da un medico. Potrebbero essere consigliati i seguenti strumenti:

  • Ortica.Le foglie della pianta vengono essiccate. Successivamente, fai bollire l'acqua in un volume di 500 ml e riempili. Meglio farlo in un thermos. Il tempo di infusione è di circa mezz'ora. Utilizzando un setaccio, filtrare e assumere una terza parte tre volte al giorno 50 minuti prima dei pasti.
  • Aceto di mele.Migliora l'attività dei sistemi coagulanti e anticoagulanti, aiuta a normalizzare lo stato dei vasi sanguigni. Per ottenere un effetto terapeutico, vengono lubrificati con lesioni due volte al giorno e anche assunti per via orale al ritmo di 2 cucchiaini di aceto per bicchiere d'acqua. Devi bere da 2 a 3 bicchieri al giorno.
  • Patate frescheè ideale per accelerare la guarigione delle ulcere trofiche formate sullo sfondo di una lunga storia di vene varicose. Per fare questo, strofinalo su una grattugia e applica la pappa risultante sul difetto dell'ulcera con uno strato di 1 cm di spessore, coprendolo con una benda sopra. L'esposizione dovrebbe essere di 4-5 ore. Successivamente, la pappa viene sostituita con una nuova o la benda viene inumidita con succo di patate appena ottenuto.
  • Fiori di acacia bianchi- prepara una tintura usata esternamente. È particolarmente efficace per la tromboflebite (infiammazione di una vena trombizzata). Le zone colpite sono abbondantemente lubrificate e strofinate.
  • Coni di luppolo.Calcolo approssimativo: 1 cucchiaio di materie prime frantumate e 200 ml di acqua bollente. Riscaldare in un bagno di vapore per 15 minuti. Assumere 1 bicchiere tre volte durante il giorno prima dei pasti. Viene eseguita anche la terapia locale: nei luoghi in cui le vene sono più colpite, viene fatto un impacco (garza imbevuta nell'infusione preparata).
  • Foglie di Kalanchoe- prepara una tintura. Per fare questo, prendi una bottiglia da mezzo litro, riempila con foglie tritate fino a metà, riempila con vodka o alcol al 40% fino al limite superiore. Insistere per una settimana al chiuso senza luce solare diretta, tremando di tanto in tanto. Quindi filtra. Strofina la tintura sulle gambe prima di coricarti, con particolare attenzione nelle zone colpite. È meglio farlo con movimenti massaggianti nella direzione dal basso verso l'alto, cioè nella direzione del deflusso venoso. La durata del trattamento con questo rimedio è di 4 mesi (dopo il carico, il dolore alle gambe dovrebbe diminuire notevolmente).
  • Cavolo cappuccio.Stacca un foglio e arrotolalo bene con un mattarello. Da un lato, che verrà applicato sulla zona interessata, ungerlo con olio vegetale. Risolvi con una benda per un giorno. Questo è un ottimo rimedio per la tromboflebite. Il corso della terapia è di 1 mese.
  • Celidonia.La tintura della pianta dovrebbe essere consumata tre volte al giorno, 10 gocce diluite in 1 cucchiaio di latte. Assumere prima dei pasti.

Quale medico devo contattare?

Non tutte le persone sanno quale medico contattare quando rilevano segni di vene varicose. In precedenza, i terapisti erano coinvolti nel trattamento di questa patologia e, quando apparivano complicazioni, i chirurghi. Tuttavia, lo sviluppo della medicina ha contribuito all'assegnazione di una specialità speciale: la flebologia, che è "derivata" dall'angiologia (la scienza dei vasi sanguigni).

I flebologi studiano intenzionalmente solo le vene, non tutti i vasi. Ma questo non significa che, se necessario, non saranno in grado di stabilire la diagnosi corretta, escludendo altre malattie. Questi sono specialisti con una prospettiva ampia, ma che mirano alle vene.

Prevenzione

La prevenzione delle vene varicose ha lo scopo di eliminare i fattori di rischio modificabili. Pertanto si consiglia:

  • aumentare l'attività fisica;
  • smettere di fumare e bere bevande alcoliche;
  • per ridurre il peso in caso di sovrappeso;
  • normalizzare la nutrizione eliminando i cibi aterogeni;
  • riduce la quantità di cibi zuccherini nella dieta.